TRASPORTO TRACCIABILE
PAGAMENTI SICURI 100%
QUALITA' E CONVENIENZA

Crest Carabinieri Unità Militare Combattimento CRIMOR Prodotto Ufficiale Art.TUSCAN-CCC

Crest Carabinieri Unità Militare Combattimento CRIMOR Prodotto Ufficiale Art.TUSCAN-CCC

Recensisci per primo questo prodotto

Disponibile a magazzino

Prezzo di listino: 49,90 €

Prezzo speciale: 37,90 €

Breve descrizione

Crest Carabinieri Unità Militare Combattimento CRIMOR Prodotto Ufficiale Art.TUSCAN-CCC


DESCRIZIONE:
Crest con stemma CRIMOR

Storia
Per quanto riguarda la nascita dell'insegna di reparto, il cobra attorcigliato alla Bomba, Il capitano Ultimo, nella fase di costituzione del reparto, chiese ad un carabiniere ausiliario, architetto, in servizio alla 5ª sezione rilievi della Caserma di via della Moscova, di creare uno stemma apposito.

Vennero disegnati: il crest ufficiale smaltato da parete; l'orologio di reparto, marca Franchi Menotti, in due versioni, titanio e all black; un orologio da tavolo in alluminio; le divise di reparto, mai entrate però in produzione; i patch da cucire sulle divise ordinarie; un certo numero di magliette "serafino" nere con il patch stampato; il distintivo di reparto (nella foto qui a destra).

Inviata a Palermo, l'azione più prestigiosa dell'Unità CRIMOR fu l'arresto, il 15 gennaio 1993, del boss di Cosa nostra Salvatore Riina.

Bersaglio di pesanti accuse, l'Unità CRIMOR fu sciolta il 20 settembre 1997. L'accusa lanciata a Sergio De Caprio, noto anche come Capitano "Ultimo", ed al generale Mario Mori di favoreggiamento mafioso, in merito alla mancata perquisizione del covo di Salvatore Riina, nacque da una dichiarazione spontanea dello stesso Salvatore Riina e da dichiarazioni di alcuni giornalisti, poi verificatisi infondate.[senza fonte]

Il 3 febbraio 2006 la 3ª Sezione del Tribunale di Palermo assolse il Capitano "Ultimo" perché "il fatto non costituisce reato

Dettagli

Crest Carabinieri Unità Militare Combattimento CRIMOR Prodotto Ufficiale Art.TUSCAN-CCC DESCRIZIONE: Crest con stemma CRIMOR Storia Per quanto riguarda la nascita dell'insegna di reparto, il cobra attorcigliato alla Bomba, Il capitano Ultimo, nella fase di costituzione del reparto, chiese ad un carabiniere ausiliario, architetto, in servizio alla 5ª sezione rilievi della Caserma di via della Moscova, di creare uno stemma apposito. Vennero disegnati: il crest ufficiale smaltato da parete; l'orologio di reparto, marca Franchi Menotti, in due versioni, titanio e all black; un orologio da tavolo in alluminio; le divise di reparto, mai entrate però in produzione; i patch da cucire sulle divise ordinarie; un certo numero di magliette "serafino" nere con il patch stampato; il distintivo di reparto (nella foto qui a destra). Inviata a Palermo, l'azione più prestigiosa dell'Unità CRIMOR fu l'arresto, il 15 gennaio 1993, del boss di Cosa nostra Salvatore Riina. Bersaglio di pesanti accuse, l'Unità CRIMOR fu sciolta il 20 settembre 1997. L'accusa lanciata a Sergio De Caprio, noto anche come Capitano "Ultimo", ed al generale Mario Mori di favoreggiamento mafioso, in merito alla mancata perquisizione del covo di Salvatore Riina, nacque da una dichiarazione spontanea dello stesso Salvatore Riina e da dichiarazioni di alcuni giornalisti, poi verificatisi infondate.[senza fonte] Il 3 febbraio 2006 la 3ª Sezione del Tribunale di Palermo assolse il Capitano "Ultimo" perché "il fatto non costituisce reato

Ulteriori informazioni

Codice EAN No